Follow by Email

martedì 5 aprile 2011

11

L’11 è inquietante: era considerato “la dozzina del diavolo” in contrasto al dodici rappresentato nell’antichità dalle dodici costellazioni dello zodiaco, dalle dodici divinità del pantheon greco e a seguire dai dodici apostoli. Rappresenta il numero dell’eccesso, del pericolo, del conflitto e del martirio.
Seguendo il dieci, numero della pienezza e del compimento di un ciclo, l’11 è sinonimo di traboccamento, dismisura in qualsiasi situazione negativa, tant’è che sant’Agostino affermò che era il numero del peccato. Non solo, è anche visto come il numero dell’iniziativa individuale che si esercita senza rapporti con l’armonia cosmica perciò ha un carattere sfavorevole per l’umanità.
...
E' il numero degli amori illeciti, delle relazioni clandestine, degli affari nascosti, dei segreti personali. Quando è presente questo numero c'è sempre qualcosa da nascondere, qualcosa che nasce da combinazioni losche create da molti individui, ed inevitabilmente ci sono dei tradimenti. Le persone che ci sono vicine usciranno sempre danneggiate dall'influenza di questo numero. E' anche il numero del piacere sessuale ancor più desiderato perché ostacolato, e anche degli abbinamenti e delle unioni complicate. Rappresenta anche l'esuberanza, il dominio imposto con la forza, ed induce a considerare ,erroneamente, la donna sempre disponibile. E' anche il numero della trappola, e con questo numero pesano i legami, i patti, i vincoli. Chi è coinvolto da questo numero vorrebbe tagliare con il passato, Ma è anche il numero degli amici, della compagnia, dei bambini, delle opere e delle visioni imponenti, delle scienze emergenti, degli strumenti sofisticati, delle nuove invenzioni. Questo numero si ricollega anche a paure, apprensioni, e agli insetti molesti.

Nessun commento:

Posta un commento